lunedì 20 aprile 2015

I Lombardi di Nicosia, un'isola nell'isola. Mandorle e altre leccornie

A proposito di Conversazione in Sicilia di Elio Vittorini, trascriviamo uno scambio di mail avuto con la redazione di nicosianews a proposito del pane con le nocciole sopra di cui Vittorini parla nel libro.

- Mail 5 marzo 2015:

Gentile redazione,
voglio porvi una domanda: è mai esistito, o esiste, il pane con le nocciole sopra a Nicosia? Elio Vittorini ne parla proprio nel libro Conversazione in Sicilia, vi riporto il brano: 
«- Ma sì! - dissi io. - Era un Gran Lombardo lo stesso. E mia madre: - Come poteva esserlo se dici che un Gran Lombardo è un gran capelluto? Lui non aveva molti capelli... E io: - Che importano i capelli? Sono sicuro che il nonno era un Gran Lombardo... Doveva esser nato in un posto lombardo. - In un posto lombardo? - esclamò mia madre. - Che cos'è un posto lombardo? E io: - Un posto lombardo è un posto come Nicosia. Sai di Nicosia?... E mia madre: - Ne ho sentito parlare. E' dove fanno il pane con le nocciole sopra... Ma mio padre non era di Nicosia. - Ci sono molti altri posti lombardi, - io dissi. C'è Sperlinga, c'è Troina... Tutti i posti del Val Demone sono posti lombardi. E mia madre: - Ma lui non era del Val Demone. Non era un Gran Lombardo!»
Cordialmente,
l'isola degli asini


- Mail 6 aprile 2015:

I Lombardi di Nicosia, un'isola nell'isola. Mandorle e altre leccornie.

A proposito di Vittorini...
Più che di pane, si tratta di un dolce tipico nicosiano: "i rramë de mëndölë" (in dialetto galloitalico nicosiano) i rami di mandorle (torroncini a forma di W) di varia misura. Una base di pasta frolla (come quella di un'altro buonissimo dolce nicosiano: il nocattolo, con pasta di mandorle sopra) e cosparse in superficie di una una pioggia di mandorle sbriciolate il tutto cotto al forno.
Potete consultare il Vocabolario-Atlante della cultura alimentare nella "Sicilia lombarda" del prof. Salvatore Carmelo Trovato (nicosiano) università di Catania e prof. Alfio Lanaia, Centro studi filologici e linguistici siciliani, Università di Palermo, Palermo 2011. [...]

Cordiali saluti.
Santo Spinelli

La fotografia della piazza di Nicosia del 1950 è di Luigi Crocenzi, scattata per il libro illustrato di Conversazione in Sicilia del 1953 e riproposta in copertina, in una versione colorata, per la ristampa del 2007.
-
Segnala

1 commenti:

Stefano Caristia ha detto...

Da Nicosiano mi è sorto il dubbio. Che io sappia no, ma non ci metterei la mano sul fuoco vista la giovane età e le origini non nicosiane. Di certo ci sono i biscotti natalizi con la nocciole sopra, chiamati appunto "nocattoli".

Articoli inerenti